Weekend molto positivo quello olandese per il Team SM Action Yamaha.A Valkenswaard, prove superlative per Renaux e Adamo che conquistano il podio nelle rispettive classi. Fine settimana da dimenticare per Jacoby. Il Team SM Action Yamaha, oltre a Henry Jacobi #29 (MXGP) e Maxime Renuax #959 (MX2), schiera nel Campionato EMX250 il giovane italiano Andrea Adamo #80. Dopo aver concluso una buona qualifica con il 4° tempo del suo gruppo, Andrea si schiera 8° in griglia di partenza. In gara 1, l’uscita dal cancelletto dell’italiano è buona e Andrea è subito 9°. Per tutta la corsa, Adamo tiene il ritmo da ‘top 10’ e con un sorpasso a due giri dal termine, conquista l’8° posto. Domenica, in gara 2, la prestazione di Andrea è superlativa. A seguito di un’ottima partenza che lo vede subito 3°, prima della fine del primo giro Andrea fa sua la 2a piazza e la tiene con autorevolezza per cinque giri. Nonostante un tracciato difficile ed insidioso, Andrea guida senza commettere errori e sul traguardo, conquista un ottimo 4° posto che, con la penalità inflitta al vincitore per aver saltato in regime di bandiere gialle, diventa uno strepitoso 3° posto che gli vale il primo podio stagionale. Terzo di giornata, Andrea si ritrova anche 3° in classifica generale ed inizia nel migliore dei modi questa sua stagione 2020! Nella classe MX2 Maxime Renaux completa la sessione di prove cronometrate con l’11° tempo. Nella manche di qualifica, Maxime azzecca una buona partenza ed è subito a ridosso del gruppo di testa, rimandoci sino al traguardo, dove transita 6°. Domenica, la prima manche di Maxime è a dir poco perfetta. Dopo una sensazionale partenza che lo vede subito 3°, il francese si stabilizza come 2°. Nel corso del sesto passaggio subisce un sorpasso ma il suo ritmo di gara gli consente di terminare la manche con un ottimo 3° posto. In gara 2, Maxime replica la prestazione della precedente frazione facendo subito sua la 3a posizione. Nel corso del secondo giro incappa in una piccola scivolata ma la sua rimonta è costante ed incessante e al traguardo, Renaux conquista un altro importantissimo 3° posto che gli vale il 2° gradino del podio. In classifica generale, l’alfiere del Team SM Action Yamaha guadagna sette posizione e ora è 4°. Nella classe regina, Henry Jacobi non brilla nella sessione di prove cronometrate e si classifica 23°. Nella manche utile ai fini dello schieramento di partenza però, il tedesco parte bene ed è subito 12°, per poi stabilizzarsi 14°. La fortuna però non gli sorride e nel corso del quinto giro cade a seguito di un contatto con un altro pilota e si ritrova 20°. Con tenacia, Henry rimonta e chiude 17°. La sfortuna per Henry, si protrae anche la domenica in entrambe le manche. In gara 1, nel corso del primo giro il tedesco viene a contatto con un altro pilota mentre duella all’interno della ‘top 10’ e cade. Ripresa la corsa nelle retrovie, prova a rimontare ma una seconda scivolata lo induce al ritiro dopo sette giri percorsi. In gara 2, l’epilogo e simile a quello della prima frazione. Dopo un buon avvio all’interno della ‘top 20’, Henry è costretto al ritiro nel corso del settimo passaggio. Con un doppio 0 in classifica di giornata, ora è 14° in classifica di campionato.