A Velkenswaard il gelo è padrone della gara

Dopo il caldo dell’Argentina, i piloti del Circus Mondiale di Motocross hanno trovato in Olanda un freddo polare con neve il sabato e ghiaccio la domenica. Scendere in pista non è stato semplice per tutti, nemmeno per i RTech Riders.


TEAM HONDA REDMOTO

Arminas Jasikonis, a causa di una caduta nelle qualifiche dove termina 27°, non ha una buona posizione al cancello di partenza. Nonostante tutto però il pilota lituano ha un ottimo spunto al via e con un ritmo gara lineare, recupera posizioni e chiude gara uno 13°. Nella seconda migliora il suo “score” di due posizioni e finisce 11°.

Petar Petrov allo start della prima manche si assesta vicino alla Top Ten ma a cinque giri dalla fine scivola fino alla 18° posizione finale. In gara due parte ancora nei quindici, ma non essendo ancora al meglio fisicamente, non forza l’andatura e, saggiamente, si porta a casa i sei punti del 15° posto. 

TEAM MARCHETTI KTM

GP difficile per i piloti del Team Marchetti. Sia Josè Butron che Morgan Lesiardo hanno incontrato difficoltà con lo spagnolo che si è pure infortunato ad un dito nel primo giro di gara uno. Infortunio che lo ha poi costretto al ritiro in gara due. Morgan Lesiardo, con il 18° posto, stava ottenendo punti nella prima manche ma nel finale è stato costretto al ritiro. Nella seconda non è riuscito ad avere un buon ritmo ed è finito in fondo alla classifica.

TEAM 8BIANO RACING

Difficoltà in gara per Brent Van Doninck a causa di un visrus influenzale che lo ha disturbato per tutto il fine settimana. Il belga è comunque sceso in pista ma dopo un incoraggiante 11° posto nella prima manche, si è dovuto ritirare nella seconda dopo due giri. Olano Larranaga chiude la prima frazione di gara 18° rimontando dalla 33esima piazza rilevata al primo passaggio. In gara due è nei quindici e racimola altri bei punti per la classifica generale.

 

CERES 71 – RACING TEAM

A questa trasferta in terra olandese si presentano anche Milko Potisek e Simone Zecchina. Tanta sfortuna per Potisek che dopo aver sfiorato la zona punti in gara uno (ha finito 21esimo), nella seconda cade e si procura la frattura della caviglia. Portato in ospedale il francese è subito stato operato.

Per quanto riguarda invece Simone Zecchina, fin da subito ci ha detto che questa gara l’ha voluta fare per puro divertimento, ed al di la del risultato, c’è da sottolineare che il pilota di Canneto le due manche le ha finite. Bravo!